DHL continua a navigare al fianco di Susie Goodall
Testo
Mercoledì, 21 Novembre, 2018
La Golden Globe Race prosegue a gonfie vele per la giovane skipper

Qualche mese fa, Susie Goodall ha deciso di imbarcarsi in una sfida fuori dal comune, la Golden Globe Race. Un epico giro del mondo in solitaria, a bordo di una barca a vela, in cui poter contare solo sulle proprie forze e sul supporto costante di DHL:

 

"Sono assolutamente entusiasta di dare il benvenuto a DHL e di avere il supporto di un'azienda globale in questa gara intorno al mondo", aveva dichiarato la giovane skipper britannica, aggiungendo di sentirsi in buone mani grazie al sostegno dell’azienda logistica.

 

La sportiva, oltre ad avere grinta da vendere, ha una passione sfrenata per ciò che fa e la voglia di conquistare frontiere sempre nuove. Ma sa bene quanto sia importante avere una preparazione accurata e il supporto di un valido alleato per ottenere prestazioni vincenti.

 

Caratteristiche che le hanno permesso di essere la più giovane partecipante alla 50° edizione della storica gara: Susie, infatti, ha festeggiato il suo ventinovesimo compleanno all'inizio dell’estate, mentre navigava da sola nell'Oceano Atlantico a bordo della "DHL Starlight", una barca a vela di 11 metri. Gli auguri di compleanno le sono stati trasmessi attraverso una rete di comunicazioni radio DHL, poiché ai concorrenti della Golden Globe Race è vietato l'uso di qualsiasi moderno ausilio tecnologico per la navigazione. La competizione prevede, inoltre, la scelta di barche simili a quelle utilizzate nella gara datata 1968.

 

I velisti in gara sono partiti da Plymouth, nel Regno Unito, il 30 giugno 2018 e navigheranno senza sosta per tornare al luogo di partenza, a metà del 2019. La Goodal, unica donna a gareggiare, ha dato prova di avere tutti i requisiti giusti per questa singolare impresa. Susie ha scelto di partire con una barca della massima lunghezza consentita: “Ci sono da trascorrere nove o dieci mesi in mare. Pensavo di dover portare più cibo possibile. Quindi più grande è la barca, meglio è” aveva spiegato lei.

 

A quattro mesi dalla partenza, solo la metà dei marinai sono rimasti in gara. Dopo aver affrontato tempeste, freddo e condizioni atmosferiche proibitive e imprevedibili, Susie sta navigando nell’Oceano Pacifico e si trova in quarta posizione. Secondo gli ultimi aggiornamenti (relativi al 14 novembre), le acque dell’oceano sono incredibilmente calme, tanto da spingerla a desiderare un soffio di vento in più. Intanto DHL continua a vegliare su di lei e a seguirla giorno per giorno in questa entusiasmante avventura.

 

Un viaggio che la Goodal non dimenticherà facilmente, e che aveva descritto a suo modo sin dal principio, con queste parole:“È una grande sfida. Ma sarà divertente. La più grande sfida è quella di partire. Se riesci ad arrivare all’inizio, puoi arrivare al traguardo”.