DHL è sesta al mondo tra i migliori posti in cui lavorare
Testo
Venerdì, 9 Novembre, 2018
L’azienda più internazionale al mondo crede soprattutto nel valore delle persone

DHL Express si aggiudica la sesta posizione nella classifica dei migliori posti di lavoro al mondo, stilata da Great Place to Work® e FORTUNE per il 2018.

 

Anche quest’anno, l’azienda leader mondiale nel trasporto espresso internazionale è riuscita a distinguersi grazie a una delle sue caratteristiche vincenti: creare un ambiente di lavoro positivo e stimolante.

 

Fiducia, leadership e cultura organizzativa sono valori fondamentali per un luogo di lavoro eccellente, e la classifica World's Best Workplaces tiene conto del modo in cui le più grandi multinazionali investano nei propri dipendenti, creando le situazioni favorevoli per stimolare il talento di ognuno.

 

I punti di forza che hanno permesso a DHL di conquistare questo ambito risultato, guadagnando due posizioni in più rispetto allo scorso anno, sono l’imparzialità nel riconoscere i meriti di chi si distingue, il coinvolgimento dei dipendenti nelle decisioni, l’informazione costante, che guida le persone nel loro lavoro e soprattutto nelle fasi di cambiamento.

 

Great Place to Work® è un'azienda globale di analisi e consulenza che ogni anno valuta l'esperienza lavorativa dei dipendenti attraverso la compilazione di questionari. Nel 2018, più di 7.000 aziende hanno partecipato al processo d’indagine, attraverso i feedback di 12 milioni di dipendenti in tutto il mondo. Sono stati, così, selezionati i 25 migliori luoghi di lavoro del mondo.

 

"Riteniamo che la motivazione dei dipendenti porti direttamente alla soddisfazione dei clienti e al successo del business. I nostri oltre 100.000 dipendenti sono la più grande risorsa che abbiamo" ha affermato Ken Allen, CEO di DHL Express. Connettere le persone e migliorare la qualità della loro vita è, da sempre, la mission di DHL, espressa attraverso la filosofia Living responsibility e i programmi Go teach, Go green e Go help.

 

Una filosofia che non potrebbe certo escludere le persone che lavorano in DHL, al centro delle strategie dell’azienda.