I mezzi di trasporto gialli diventano sempre più verdi – PARTE 3
Testo
Venerdì, 4 Settembre, 2020
DHL continua il suo cammino verso la sostenibilità ambientale.

Il benessere delle persone va di pari passo con quello del nostro pianeta: ecco perché DHL si impegna da sempre a salvaguardare l’ambiente, intervenendo attivamente con azioni e iniziative a sfondo ecologico. I suoi mezzi di trasporto gialli diventano così sempre più green.

 

Nella terza ed ultima parte del nostro approfondimento – The Big Yellow Machine – vi raccontiamo altri esempi di come DHL ama prendersi cura delle persone e dell’ambiente.

 

 

 

I mellow yellow Africani: treruote elettrici

I Mellowcab sono veicoli elettrici dall'aspetto cool, testati in Botswana, Namibia e in diverse città del Sudafrica. I veicoli sono stati inventati e prodotti in Sudafrica e permettono un trasporto a basso costo e senza emissioni. Il piano è quello di estendere il loro impiego anche in Zambia e Kenya nei prossimi mesi. I treruote sono elettrici al 100% e sono dotati di caricabatterie raffreddati attivamente, che permettono di ricaricare facilmente i mezzi quando vengono collegati a una comune presa elettrica domestica da 230V. La batteria al litio, appositamente sviluppata, offre un'alta densità di energia e un motore a 48V fornisce la massima spinta e ricarica la batteria durante la frenata. I conducenti hanno bisogno solo di una patente per le moto, per questo i treruote sono accessibili ad una vasta gamma di dipendenti.

 

 

Piantare alberi in Lettonia

Nonostante le restrizioni dovute al COVID-19, DHL Express Lettonia di recente è riuscita a piantare oltre 1.300 alberi, garantendo in ogni momento il distanziamento sociale. Approvato dal Centro lettone per la prevenzione delle malattie, l’evento è durato un giorno, durante il quale le diverse squadre hanno piantato alberi su un terreno non adatto all’uso agricolo. Le otto squadre, ognuna composta da una famiglia di genitori e figli, hanno creato un programma che garantisse la presenza contemporanea di un numero limitato di persone. Oltre alle solite vanghe e ai soliti guanti, hanno portato con loro anche lo spray disinfettante. Fortunatamente per tutti, la distanza ottimale da rispettare tra un albero e l’altro era di minimo due metri: la stessa che le persone erano tenute a rispettare tra di loro. Con 1.300 alberi piantati nel terreno, ogni dipendente DHL ha ottenuto così cinque punti per la sua certificazione di specialista GoGreen.

 

 

DHL Express Cina pianta una foresta

L'anno scorso DHL Express Cina ha avviato una partnership con la China Environment Protection Foundation, la prima organizzazione no-profit dedicata alla protezione dell'ambiente in Cina. Insieme hanno creato la "DHL Express China Public Welfare Forest" a Fengning, una contea della provincia dell'Hebei vicino a Pechino. L'obiettivo è stato quello di espandere un'area forestale locale di oltre 130.000 metri quadrati, equivalente a quasi 20 campi da calcio. Durante l'inaugurazione del progetto, il 19 luglio, in occasione del 40° anniversario della "Giornata cinese della piantagione di alberi", DHL Express ha donato ufficialmente 15.000 giovani alberi alla nuova foresta.

 

 

Emissioni zero a Rotterdam

DHL Express a Rotterdam è sulla buona strada per raggiungere un obiettivo molto ambizioso: 0% emissioni nelle consegne dell'ultimo miglio. Utilizzando una combinazione di veicoli elettrici e cargo bike, il team di Rotterdam è riuscito a diventare più green, partendo dal centro servizi fino alla porta di casa del cliente. Il team ha convertito la propria flotta in elettrica, iniziando con tre camion elettrici, che prelevano dal centro servizi di Den Hoorn e consegnano ai clienti. Altri 39 furgoni elettrici consegnano le spedizioni ai clienti a Rotterdam e all'Aia e anche ai cosiddetti "hub urbani" vicino ai centri città, dove le spedizioni sono suddivise in percorsi ciclabili. I corrieri utilizzano “cubicycles” e “bullets”, un modello più piccolo di cargo bike. Se vuoi saperne di più su questo argomento, ascolta la serie di podcast "Living Logistics", pubblicata all'inizio di quest'anno.

 

 

L'eroe GoGreen d'America

Joao Meneghetti di DHL Express America è stato uno degli 80 selezionati, su 4.200 candidati, per partecipare a un importante convegno globale sulla sostenibilità a Pechino, in Cina. Meno del 2% dei candidati è stato accettato. Meneghetti è stato selezionato in base alla sua storia personale, alle sue qualifiche, al contenuto dei tre saggi presentati e all’impegno nell’utilizzare la sua esperienza per migliorare il mondo. Al convegno, i partecipanti incontreranno i leader mondiali della sostenibilità e, insieme ad altri professori e delegati, prenderanno parte ad alcuni workshop, incentrati sulle sfide globali. Originariamente previsto per marzo, il convegno è stato posticipato a causa del coronavirus e sarà riprogrammato entro la fine dell'anno.

 

 

Vogliamo continuare a connettere le persone e a migliorare le loro vite, ecco perché ci impegniamo sempre di più a preservare il bene primario per tutti noi: il nostro pianeta.