La Realtà Aumentata rivoluziona il mondo del business
Testo
Martedì, 8 Maggio, 2018
DHL sta già testando le nuove tecnologie per migliorare i servizi offerti

Quando si parla di tecnologie innovative, la realtà virtuale e la realtà aumentata viaggiano sulla stessa lunghezza d’onda: entrambe si occupano di veicolare contenuti digitali attraverso ambienti immersivi ed esperienze coinvolgenti.

Training per sicurezza e manualità, logistica, manutenzione, progettazione e sviluppo di prodotti sono solo alcune delle possibili applicazioni già collaudate della realtà aumentata, che promettono di rivoluzionare il settore produttivo a livello mondiale.

 

Basti pensare ad applicazioni come “Amazon shopping” e “IKEA Place”, ma anche a “KeyARt” per la visita virtuale dei musei, che consentono di interagire direttamente con gli oggetti digitali e di viverli in prima persona.

La realtà aumentata (AR) può essere abilitata attraverso l'uso di occhiali o di un semplice espositore, costituendo un valido strumento per i lavoratori edili, gli operai, gli addetti alle consegne e non solo. L’obiettivo è fornire agli utenti un’esperienza il più possibile immersiva, che al tempo stesso non ostacoli i movimenti e l’interazione con il mondo reale.

 

È facile intuire i possibili sviluppi di questa tecnologia all’interno del mondo business, come nel campo dell'edilizia: l’utilizzo di specifici strumenti può aiutare a identificare condizioni di lavoro non sicure.

Presto non si tratterà solo di fantascienza: si prevede che gli occhiali a realtà aumentata raggiungeranno circa 19,1 milioni di unità entro il 2021 e, se affiancati ai dispositivi VR, potrebbero raggiungere 59,2 milioni di unità. I dispositivi AR possono essere molto utili per la formazione e la sicurezza del personale, senza necessità di risorse aggiuntive, perché questa tecnologia consentirebbe di seguire il personale in azione, senza essere osservati.

 

Anche Facebook scommette su questo ambito, annunciando il nuovo visore per la realtà virtuale Oculus Go. Si tratta di un dispositivo che può essere utilizzato senza necessità di computer e smartphone, con un costo inferiore rispetto a quello del modello Oculus Rift.

 

In ambito logistico le tecnologie AR permettono ai lavoratori di semplificare le consuete operazioni, attingendo a un sistema in cui visualizzare esattamente dove si trovano i prodotti e le merci, velocizzando notevolmente il lavoro.

DHL sta già testando i sistemi AR mobili in ambienti locali, sperimentando funzionalità come riconoscimento degli oggetti in tempo reale, navigazione interna e wayfinding, lettura di codici a barre e molto altro.

 

Anche nell’ambito della manutenzione, l’AR può essere impiegata per mostrare, ad esempio, i tempi di funzionamento, la data dell'ultima manutenzione, i potenziali punti di guasto, consentendo riparazioni più rapide ed efficienti. Infine la realtà aumentata interviene nelle fasi di ideazione, prototipazione e design tradizionale, snellendo la collaborazione e la comunicazione tra le parti.

Questo è solo il punto di partenza. Non ci resta che attendere i nuovi scenari resi possibili dalle evoluzioni tecnologiche.

 

 
lascia un commento