Marilena Petriccioli vince il CAN DO AWARD di DHL
Testo
Giovedì, 14 Novembre, 2013
Storia di quotidiana straordinarietà
Siamo orgogliosi di annunciarvi la vincitrice del premio “CAN DO attitude”: Marilena Petriccioli.

Nel corso della sua storia DHL ha fatto dell’efficienza e dell’affidabilità il suo marchio di fabbrica. L’azienda, leader mondiale nei Trasporti e nella Logistica, al suo interno vanta collaboratori che lavorano sodo e sono capaci di affrontare qualsiasi imprevisto. In particolare DHL Express premia i dipendenti che si distinguono nel proprio lavoro dimostrando passione, voglia di mettersi in gioco e destrezza nel superare gli ostacoli per fornire sempre il miglior servizio al cliente. Il premio “CAN DO AWARD” celebra, a livello europeo, le storie di successo dei colleghi che hanno agito secondo il motto vincente del “CAN DO attitude”., dimostrando passione nel fare il proprio lavoro, .

 

Marilena Petriccioli che lavora al Customer Service DHL Express Italy della sede di Settimo Torinese nel reparto KAD (Key Account Desk) ha dimostrato tutte queste caratteristiche, in linea con l’Insanely Customer Centric Culture dell’azienda. Marilena si è resa protagonista di un fatto di quotidiana straordinarietà.

 

Durante i Campionati di nuoto Open Water, della scorsa estate a Barcellona, Marilena ha contribuito al successo della Federazione Russa che attendeva con urgenza l’arrivo dei costumi. Arena, Sponsor Tecnico della Nazionale Russa, aveva avuto precedentemente dei problemi con la dogana usufruendo del servizio di un altro corriere. L’azienda sportiva, ha contattato in extremis DHL, affidandogli nuovi costumi in partenza dagli USA e che in pochi giorni sarebbero dovuti giungere nella città catalana.

 

Grazie alla collaborazione di DHL in Spagna, Marilena è riuscita a prendere in mano la situazione, risolvendola in modo positivo. La spedizione è stata sdoganata ed è stata consegnata perfettamente in tempo. Il Cliente, estremamente soddisfatto, le ha riferito telefonicamente che, in caso di vittoria della squadra russa, avrebbe dedicato la medaglia a DHLBrava Marilena