Smau Milano 2019 premia DHL per una nuova app
Testo
Mercoledì, 23 Ottobre, 2019
Una tecnologia innovativa, capace di apprendere dall’operatore

I periodi di punta, come il Natale e le festività, possono mettere a dura prova anche i più esperti: in questi casi, il picco di spedizioni richiede un aumento del personale per le aziende logistiche, ma il rischio di avere ricadute su produttività ed efficienza è dietro l’angolo. 

Per fronteggiarlo servono ampie conoscenze e informazioni derivate dall’esperienza. Ma nell’era della tecnologia, un’APP può essere un valido strumento a disposizione dei corrieri. Quella sviluppata da H&S Engineering per DHL, consente di ottimizzare le consegne, anche nei periodi più intensi. Si tratta di una tecnologia innovativa che permette di migliorare la qualità del lavoro e di aumentare l’efficienza degli operatori logistici, tanto da meritare il Premio Innovazione Smau 2019.

 

Con il suo circuito di eventi sul territorio, Smau è la principale fiera italiana dedicata alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, che supporta da oltre 50 anni le aziende e i professionisti nel continuo aggiornamento in tema di tecnologia, innovazione, digital e internazionalizzazione.

 

Lo sviluppo dell’app di DHL e H&S ha preso il via nel 2018 e il primo test è avvenuto in concomitanza del periodo natalizio dello stesso anno. L’applicazione è in grado di pianificare i percorsi giornalieri del singolo operatore, ottimizzare i carichi, gestire le priorità e le consegne “ad orario”, ricalcolare i percorsi a seguito di eventi non previsti, interfacciandosi con i sistemi DHL e le piattaforme di geolocalizzazione. Inoltre, questo strumento consente di uniformare l’inserimento degli indirizzi, che possono essere scritti in modo differente nelle diverse zone geografiche. 

 

L’applicazione è, poi, pensata per evolvere ed essere aggiornata dall’utente stesso, completando o modificando i campi relativi a una singola consegna, come ad esempio l’orario di chiusura della portineria. Il progetto prevede di sviluppare ulteriormente le funzionalità dell’app per facilitare e bilanciare il carico del mezzo, in modo da favorire l’efficienza e ottimizzare la qualità del servizio offerto. I numeri parlano chiaro: si stima che, in generale, la produttività sia migliorata del 13%, un dato che può arrivare al 25% in caso di assenza dell’operatore esperto. Sempre più connessi, sempre più efficienti: la logistica del futuro sembra essere orientata verso questa prospettiva, che DHL è già pronta a mettere in atto.